In Francia prende corpo la fusione tra i gruppi televisivi di TF1 e M6

La rete francese M6 è stata in vendita per alcuni mesi e sono state valutate varie offerte, tra cui quella pervenuta da Mediaset, che purtroppo non l’ha spuntata nella corsa all’acquisto del gruppo.

Oggi è stato annunciato che il gruppo TF1 si fonderà con quello di M6, andando a formare un nuovo gigante televisivo francese con l’obiettivo di contrastare la tv pubblica France Televisions e quella privata di Canal+.

Il gruppo TF1, di proprietà di Bouygues, è stato scelto dal tedesco Bertelsmann per acquistare M6 con il 30% dei titoli. Bertelsmann manterrà il 16% della quota per non incappare in un provvedimento dell’Antitrust.

Nicolas de Tavernost, presidente del consiglio di amministrazione di M6, verrà indicato come CEO del nuovo gruppo. A Gilles Pélisson, attuale CEO di TF1, sarà affidato un incarico interno al dipartimento dei media.

Con questa acquisizione, il nuovo polo televisivo dovrà rivedere la sua strategia sul mercato per ottemperare alle leggi vigenti. Infatti, ogni gruppo francese può possedere solo un massimo di 7 emittenti. TF1 ne ha già 5 (TF1, TMC, TFX, TF1 Séries Films e LCI), stesso numero di M6 (M6, W9, 6Ter, Gulli e Paris Première). Dunque alcuni di questi canali dovranno essere eliminati o ceduti o TF1-M6 dovrà sperare in una modifica della legge attuale in materia.

L’operazione di fusione tra TF1 e M6 procederà per circa 18 mesi e dovrà essere approvata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Ruben Trasatti
Fondatore di TeleNauta.it, pieno di idee, specialista in creatività, testardo, idealista. Vado a scovare le cose più strane nei meandri del web: ascolti dei canali europei, format e serie tv, anime giapponesi. In più collaboro per il settimanale Telesette.

Leggi anche...

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST