Cinque storie di Nuovi eroi su Rai 3 in occasione della Festa della Repubblica

Vi segnaliamo, in occasione della settimana della Festa della Repubblica, la programmazione di Nuovi eroi, trasmissione co-prodotta da Stand By Me e Rai 3 in collaborazione con il Quirinale, in onda dal lunedì al venerdì alle 20:20, che racconta le storie straordinarie di cittadine e cittadini insigniti dal Presidente della Repubblica con l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana perché hanno saputo distinguersi nei valori che rappresentano la Nazione, l’impegno civile e senso di comunità.

Si tratta di una settimana speciale perché il programma sarà in onda anche mercoledì 2 giugno, in coincidenza con la Festa della Repubblica. Nelle puntate in onda nella settimana dal 31 maggio al 4 giugno, la voce fuori campo di Veronica Pivetti racconterà le storie di:

Paolo Pacobelli che, nonostante la disabilità, non ha mai rinunciato al sogno di volare e, dopo aver conseguito tutte le licenze e aver fondato l’associazione Ali per tutti, ha aperto a Verona la prima scuola di volo in Italia per persone affette da disabilità.

Rosalba Rotondo, dirigente di una scuola nel cuore di Scampia, da sempre in prima linea contro la dispersione scolastica, che nel 2019 ha dato un importante contributo per garantire il diritto all’istruzione di cento bambini e ragazzi rom sgomberati da un campo di Giugliano.

David Fabbri, ragazzo di Firenze affetto da dislessia, che dopo essere stato picchiato da alcuni suoi compagni di scuola, ha raccontato la propria storia in un libro per permettere a tutti i suoi coetanei di sensibilizzarsi contro il bullismo.

Tiziana Ronzio, operatrice socio-sanitaria del quartiere di Tor Bella Monaca in Roma, che ha fondato l’associazione Tor Più Bella per riqualificare il proprio quartiere e renderlo maggiormente vivibile, nonostante le minacce ricevute.

Franco Pepe, pizzaiolo di Caiazzo che, nel corso del lockdown, ha continuato a sfornare pizze e biscotti per le persone più bisognose, aprendo anche una raccolta fondi da destinare all’Ospedale di Caserta.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST