Joy: su Disney+ il film con Jennifer Lawrence su un’imprenditrice americana negli anni 90

A partire dal 27 agosto è disponibile nel catalogo di Disney+ il biopic Joy, diretto da David O. Russell nel 2015, che narra la vera storia di Joy Mangano, un’inventrice e imprenditrice americana che, negli anni Novanta, è arrivata al vertice di un impero commerciale.

Joy (Jennifer Lawrence) è una donna divorziata, vive a casa di sua madre Terry (Virginia Madsen) che ospita anche sua nonna Mimi (Diane Ladd), ed è costretta a mantenere figli ed ex marito Tony (Édgar Ramirez), un cantante squattrinato che vive nello scantinato della stessa abitazione.

A complicare ulteriormente il quadro familiare ci sono i rapporti tutt’altro che distesi con suo padre Rudy (Robert De Niro) e con sua sorella Peggy (Elisabeth Röhm).

Per far quadrare i conti, la donna lavora come hostess di terra, svolgendo un pesante turno notturno. Casualmente un giorno si ritrova a spazzare dei calici rotti e si taglia le mani. Questo episodio la porta a ideare il Miracle Mop, un mocho utile a lavare i pavimenti senza ferirsi o sporcarsi.

Lo strumento viene prodotto grazie al finanziamento di Trudy (Isabella Rossellini), la ricca fidanzata di Rudy, e lanciato sul canale televisivo QVC, diretto da Neil Walker (Bradley Cooper), ma nell’immediato non funziona.
In seguito si decide di affidare le telepromozioni alla stessa inventrice e in meno di mezz’ora vengono venduti 18.000 pezzi. Sarà solo il primo di una fortunata serie di brevetti che faranno di Joy un’importante imprenditrice.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST