Work in progress: su Sky e Now la commedia su una lesbica queer

Dal 28 agosto il sabato sera di Sky Atlantic, dopo How to make it in America (di cui vi abbiamo già parlato in un altro post), si completa con la comedy Work in progress, prodotta da Showtime e in onda negli Stati Uniti dall’8 dicembre 2019 e attualmente in onda con la seconda stagione, tornata in onda dopo oltre un anno di pausa.

La serie, ideata e scritta da Abby McEnany e Tim Mason con Lily Wachowski, racconta le vicende di Abby, una 45enne di Chicago che si autodefinisce fat queer dyke (lesbica queer e grassa, da comunicato) e che sta attraversando un difficile momento personale in cui si trova a convivere con la depressione e con un disturbo ossessivo-compulsivo.

Visti questi problemi, ha deciso di farla finita qualora la sua vita non dovesse riuscire ad arrivare ad una svolta. Tuttavia, questo improvviso cambiamento arriva quando nella sua vita entra Chris (Theo Germaine), un giovane ragazzo transessuale che sembra molto interessato a lei.

La serie conta 18 episodi (otto per la prima stagione, dieci per la seconda, che in USA terminerà di andare in onda ai primi di ottobre). Nel cast sono presenti anche Karin Anglin nel ruolo di Alison, la sorella di Abby, Celeste Pechous nel ruolo di Campbell, un’amica di Abby, e Julia Sweeney in una versione romanzata di se stessa, la quale è stata l’origine dei problemi della protagonista a causa del suo personaggio di Pat al Saturday Night Live.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST