The Humbling – L’ultimo atto: un attore in bilico tra fantasia e vita reale nel film con Al Pacino

Nella prima serata di mercoledì 2 febbraio, a partire dalle ore 21:15, va in onda su Sky Cinema Due (ed è presente anche su NOW) il film commedia The Humbling – L’ultimo atto diretto da Barry Levinson nel 2014 e presentato fuori concorso alla 71ª Mostra del Cinema di Venezia. La pellicola si basa sull’omonimo romanzo scritto da Phil Roth nel 2009 e distribuito in Italia col titolo L’umiliazione.

Simon Axler (Al Pacino) è un celebre attore teatrale che, durante la rappresentazione di un’opera di Shakespeare, viene colto da un esaurimento nervoso che lo porta in seguito a tentare il suicidio. Soccorso dal suo agente Jerry (Charles Grodin) e trasferito in ospedale per le cure, l’uomo inizia ad interrogarsi circa la veridicità della propria sofferenza confondendo il mondo reale con quello del palcoscenico.

Una volta tornato a casa Simon riceve la visita di Pegeen Stapleford (Greta Gerwig), la giovane ed eccentrica figlia dei suoi amici Ada (Daniel Hedaya) e Carol (Dianne Wiest). Nonostante la sua omosessualità Pegeen, sin da bambina, è attratta dall’attore e decide di intraprende con lui una caotica relazione che finirà per complicarsi quando ricompariranno alcune persone del loro passato…

Levinson realizza un’insolita e divertente commedia su un attore la cui carriera, oltre ad essere in bilico tra realtà e fantasia scenica, deve fare i conti con la vita che passa e con l’invecchiamento, aspetti che, al tempo stesso, stridono e si fondono con le insicurezze e le follie proprie di chi vive un’infatuazione.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST