Freaks out: la storia di un circo nella Roma nazista del 1943 su Sky, Now e Prime Video

Da oggi, lunedì 4 aprile, è nel catalogo di Prime Video e debutta alle ore 21:15 su Sky Cinema Uno (oltre che in streaming su NOW) il film Freaks out, opera seconda di Gabriele Mainetti, che si era già fatto notare da critica e pubblico con la sua pellicola di debutto, Lo chiamavano Jeeg Robot (2015). Il lungometraggio è stato presentato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia aggiudicandosi il Premio Pasinetti, il Premio Carlo Lizzani e il Leoncino d’oro.

Nella Roma del 1943, durante l’occupazione nazista della Seconda Guerra Mondiale, il Circo Mezzapiotta rischia la chiusura e il suo proprietario, l’ebreo Israel (Giorgio Tirabassi), decide di utilizzare gli ultimi risparmi per fuggire in America assieme ai suoi 4 “fenomeni da baraccone”, ovvero: Matilde (Aurora Giovinazzo), la ragazza in grado di produrre elettricità e folgorare chi la tocca; Fulvio (Claudio Santamaria), l’uomo dotato di grande forza e completamente ricoperto di peli a causa dell’ipertricosi; Cencio (Pietro Castellitto), un ragazzo albino capace di addomesticare gli insetti; Mario (Giancarlo Martini), un nano che può controllare gli oggetti in metallo.

Nel corso dei rastrellamenti Israel scompare e mentre Matilde si adopera nel cercarlo gli altri 3 membri del gruppo vengono assunti da Franz (Franz Rogowski), un pianista tedesco e direttore artistico del Berlin Zircus.

Franz, che è anche dotato del potere della chiaroveggenza, è a conoscenza del fatto che 4 esseri con particolari poteri potrebbero uccidere Hitler e, proprio per ostacolare questa prospettiva, accoglie sotto il suo tendone tutti i “fenomeni da baraccone” e li tortura.

Dopo aver catturato anche Matilde e ricomposto il quartetto del Circo Mezzapiotta, Franz riconoscerà in loro i 4 individui in grado di fermare i piani del Terzo Reich e deciderà di metterli tutti al rogo…

Quello di Mainetti è indubbiamente un esperimento coraggioso nel panorama cinematografico italiano e ha il pregio di creare un innovativo mix tra fantascienza, dramma storico e azione. L’ottima capacità narrativa assieme alla maestosa produzione, la bella fotografia, il grande lavoro dei comparti di trucco, parrucco e costumi oltre all’accurata ricostruzione del design d’epoca rendono Freaks out un film di respiro internazionale.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST