Il Processo Percy: lo scontro legale tra un contadino settantenne e un colosso dei sementi

Nella serata di giovedì 21 aprile, a partire dalle ore 21:15, debutta in prima visione su Sky Cinema Due (ed è disponibile tramite streaming su NOW) il film drammatico Il processo Percy, diretto da Clark Johnson nel 2020, e ispirato ad una storia vera.

Percy Schmeiser (Christopher Walken) è un coltivatore settantenne che esercita la propria attività nel Saskatchewan, una vasta prateria situata nel Canada occidentale. L’uomo, seppur inconsapevole, viene accusato di furto di proprietà intellettuale dalla Monsalto, una società americana di biotecnologie che brevetta sementi OGM e che pretende la restituzione dei semi e dei profitti realizzati ai propri danni.

L’agricoltore si rivolge allora all’avvocato Jackson Weaver (Zach Braff) ma viene sconfitto e si ritrova sempre più solo e indebitato. A porgere il proprio aiuto al malcapitato arriverà Rebecca Salcau (Christina Ricci), una rappresentante del People’s Environmental Protect (PEP), intenzionata a smuovere l’opinione pubblica e raccogliere fondi per sostenere la lotta all’agrobusiness.

Fondamentale sarà pure l’incoraggiamento di Louise (Roberta Maxwell), la moglie di Percy, grazie alla quale l’uomo deciderà di appellarsi alla corte suprema…

L’eterno conflitto tra Davide e Golia viene riproposto in questo dramma giudiziario ambientato sul finire degli anni ’90 quando lo scontro per mantenere l’integrità del cibo e garantire i diritti dei piccoli produttori agrari è diventato un tema di scottante attualità.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST