Good Morning Italia: un viaggio in 4 regioni italiane con Joe Bastianich, Paolo Vizzari e tanti ospiti

Il titolo del nuovo programma, Good Morning Italia, che è un format on the road unico nel suo genere, vuole essere il messaggio di ripartenza del sistema Paese e di alcuni dei settori economici più colpiti dall’emergenza sanitaria in questi ultimi due anni, quello della ristorazione e quello musicale. 

Good Morning Italia fonde il racconto musicale a quello enogastronomico, a partire da chi è al timone, ovvero il conduttore Joe Bastianich e il narratore Paolo Vizzari. Dal 26 aprile, su Sky Arte e Now dalle ore 20,40, inizieranno un viaggio in 4 puntate ricco di curiosità e racconti inediti, che accompagnerà i telespettatori in un appassionante viaggio alla scoperta dell’Italia e, per certi versi, di una nuova Italia, tra cibo e musica.

L’ambizione di Good Morning Italia, prodotto da Ballandi, è quella di narrare i territori che di tappa in tappa saranno visitati, a partire dalla regione Friuli Venezia Giulia che rappresenta il punto di partenza e di chiusura di ogni viaggio del tour di Bastianich e Vizzari e si fa promotrice di un messaggio di rilancio/restart attraverso la grande musica e l’alta cucina.

La Calabria, la Lombardia e il Piemonte saranno poi le altre tre regioni che il noto duo del mondo della ristorazione esplorerà, portando con sé i pregiati prodotti enogastronomici del paniere del marchio Io sono Friuli Venezia Giulia, incontrando di volta in volta un ristoratore, in grado di rendere contemporanee e fare proprie le cucine regionali, e un cantante che si racconta e racconta le sue sperimentazioni musicali.

Tra gli ospiti del programma: i cantanti Malika Ayane, Brunori Sas, Stefano Belisari degli Elio e Le Storie Tese, Samuel e gli chef Antonia Klugmann, Nino Rossi, Davide Oldani, Marco Baronetto.

Ruben Trasatti
Ruben Trasatti
Giornalista pubblicista. Fondatore di TeleNauta. Specialista in creatività, testardo, idealista. Vado a scovare gli ascolti dei canali europei, format e serie tv, anime giapponesi. Collaboro per il settimanale Telesette.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST