Joe Bell: la storia vera di un esempio di rispetto e inclusività

Nella prima serata di domenica 14 agosto, a partire dalle ore 21:15, va in onda su Sky Cinema Due (e anche su NOW) il biopic drammatico Joe Bell, diretto da Reinaldo Marcus Green nel 2020. La sceneggiatura è opera di Diana Ossana e Larry McMurtry che assieme avevano già firmato quella de I segreti di Brokeback Mountain.

Oregon, 2013. A seguito del suicidio di Justin (Reid Miller), il figlio quindicenne, l’operaio Joe Bell (Mark Whalberg) decide di partire a piedi e in solitaria per raggiungere New York, la città in cui suo figlio sognava di vivere finalmente libero dai pregiudizi e dal bullismo dei quali era vittima “a causa” della propria omosessualità.

Osteggiato dai suoi compagni di scuola, dai loro genitori e addirittura dal preside, che gli consigliava di trasferirsi altrove, un giorno Justin si impicca gettando nello sconforto i suoi familiari e, in particolar modo, suo padre che non si perdona il fatto di non aver protetto abbastanza suo figlio.

Per reagire e per provare a dare un senso a quella morte Joe intraprende un viaggio straordinario, fermandosi in varie città, per condividere quella tragica esperienza e invitare altri genitori di ragazzi LGBTQ a lottare al fianco dei propri figli…

Un racconto commovente che ha il grande valore di trasformare una storia vera in un esempio di rispetto e di inclusività.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST