SKAM Italia: la quinta stagione è online solo su Netflix

Una delle serie più attese dai giovani è finalmente tornata su Netflix, da oggi 1° settembre. Stiamo parlando dei nuovi episodi di SKAM Italia e della sua quinta stagione e che stavolta andrà solo su Netflix (ricordiamo che la serie nacque su TimVision e che la quarta era andata online su entrambe le piattaforme al lancio).

Al centro di questa quinta stagione c’è il personaggio di Elia Santini, interpretato da Francesco Centorame. Presente fin dalla prima stagione, è amico di Martino Rametta (Federico Cesari), Giovanni Garau (Ludovico Tersigni) e Luchino Colosio (Nicholas Zerbini), e si caratterizza per una personalità poco razionale e molto istintiva. Il rapporto di estrema fiducia con Giovanni lo porterà a formare con lui una band, mentre nel corso della quarta stagione scoprirà di avere un amore non corrisposto per Sana Allagui (Beatrice Bruschi).

Alla fine degli scorsi episodi è andato a vivere da Filippo Sava (Pietro Turano) a causa dei dissapori sempre più pesanti col padre. Da qui ripartiranno i nuovi episodi di SKAM Italia, che seguiranno l’importante percorso d’accettazione che Elia dovrà compiere, con la complicità degli amici di sempre e nuovi personaggi da conoscere.

Altri personaggi della serie ideata da Ludovico Bessegato, scritta con Alice Urciuolo e diretta, in questa quinta stagione, da Tiziano Russo, saranno: Edoardo (Giancarlo Commare), Niccolò (Rocco Fasano), Rami (Ibrahim Keshk), Federica (Martina Lelio), Eva (Ludovica Martino), Malik (Mehdi Meskar), Silvia (Greta Ragusa) e i nuovi personaggi di Viola (Lea Gavino) e Asia (Nicole Rossi).

A livello internazionale, SKAM Italia è la quarta versione del franchise a superare la versione originale norvegese, fermatasi nel 2017 dopo quattro stagioni. Le altre sono state SKAM France (dieci stagioni, l’ultima in onda fino allo scorso 2 luglio), Druck (versione tedesca, giunta all’ottava stagione) e WtFOCK (versione fiamminga, terminata nel 2021 dopo cinque stagioni).

Il trailer di SKAM Italia

La sinossi ufficiale

Elia le ha tutte: è bello, simpatico, intelligente, popolare ed è il cantante di un gruppo. Stuoli adoranti di ragazze del suo liceo non vedrebbero l’ora di uscire con lui, eppure non ha mai avuto una relazione seria. “Sei un puttaniere” pensano tutte. Ma è davvero così? Ovviamente no. Come sempre le cose sono più complicate di come appaiono. Ed è proprio sulla complessità della vita di Elia che si concentrerà la quinta stagione di Skam Italia.

Vergogna. Pressione sociale. Un senso di alterità rispetto ai propri amici. Nella nuova stagione i temi cardine della serie si intrecciano con ciò che Elia vive in prima persona.

Siamo a pochi mesi dall’esame di maturità raccontato sul finale della quarta stagione. Ma invece di frequentare l’università come tutte le sue vecchie amiche e amici, Elia si ritrova di nuovo al liceo dopo essere stato bocciato. Ma ovviamente senza Giovanni, Martino e Luchino, Eva, Silvia, Sana e Federica, quel posto non è più lo stesso. Elia odia tutto e tutti e il suo unico obiettivo è quello di andarsene il prima possibile. Anche perché vedersi con gli altri e fare le prove della suo gruppo è diventato sempre più difficile. Da quando vive a casa di Filippo, poi, Elia deve preoccuparsi anche dell’affitto da pagare, visto che suo padre non ha nessuna intenzione di aiutarlo dopo che lui si è fatto bocciare. Le cose diventeranno ancora più complicate quando Elia entra senza molta convinzione in una lista candidata alle elezioni studentesche, al cui interno c’è una ragazza che fin da subito lo metterà in crisi: Viola. 

Nonostante nel recente passato abbia dovuto affrontare una situazione difficile, Viola è rimasta una persona stupenda, solare, dolce e combattiva. È tutto quello che Elia ha sempre desiderato in una ragazza ma, come al solito, non vuole davvero esplorare l’ipotesi di entrare in una relazione. Ma se è lui ad allontanarla perché sembra soffrire così tanto? Qual è il segreto che Elia non riesce a confessare a nessuno? 

Elia ha un’enorme ansia da prestazione legata alle dimensioni decisamente sotto la media del suo pene. “Non mi entra nei preservativi” confesserà con grande vergogna agli amici. Ipoplasia peniena, per usare l’espressione più corretta. Una condizione che riguarda all’incirca lo 0,6 percento della popolazione. Una diversità determinante nel confronto con gli altri e con gli standard che la nostra società ci impone. È la paura di questo confronto che ha sempre portato Elia a scappare da qualsiasi relazione prima ancora che qualcosa potesse nascere. Ma se vuole essere felice, Elia dovrà prendere coraggio e affrontare finalmente le sue paure e le sue insicurezze.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST