Natural Born Driver: L’incredibile storia di Ivan Capelli su Sky Documentaries e NOW

Questa sera, 9 ottobre, alle 21,15, su Sky Documentaries andrà in onda Natural Born Driver – L’incredibile storia di Ivan Capelli, il documentario sull’ex pilota italiano di Formula 1 realizzato dall’autore e illustratore svizzero Gionata Zanetta, presentato in anteprima al Biografilm Festival nello scorso mese di giugno.

Grazie al gran numero di filmati raccolti dal padre di Ivan Capelli, pubblicitario e regista negli Anni Settanta, in Natural Born Driver verrà ripercorsa la carriera del pilota sin dagli esordi, scoprendo un vero e proprio tesoro. A rendere particolare il documentario vi è l’utilizzo di una tecnica mista, con la quale viene rielaborato il materiale d’archivio con illustrazioni animate e acquerelli in movimento. Il tutto, con la voce narrante dello stesso protagonista e di Claudio Moneta.

Ivan Capelli e il padre Graziano – dal film (credits: Ufficio Stampa Sky)

Si partirà dal 1976: Ivan Capelli non ha ancora compiuto 13 anni e accompagna il padre Graziano sulla pista di Fiorano, sede dei test privati della Ferrari. Spinto dalla curiosità, gli viene fatta vedere la monoposto di Niki Lauda, che sta girando uno spot per la Parmalat. Da quel momento, il giovane Ivan decide di voler diventare un pilota di Formula 1 e, per poter raggiungere quest’obiettivo, comincia a correre nelle categorie minori per ottenere grandi risultati.

Il sogno si concretizza nel 1985, quando diventa pilota di riserva della Tyrrell, cogliendo anche un 4° posto nell’ultima gara stagionale ad Adelaide, in Australia, per poi diventare pilota della March nel 1987 (scuderia con cui chiuderà al 7° posto l’anno successivo) e della Leyton House di Akira Agagi nel 1990. Fino al coronamento del sogno, nel 1992: in quell’anno, Capelli diventa finalmente pilota della Ferrari al fianco di Jean Alesi, anche se sarà un’annata molto sfortunata, costellata di diversi ritiri e appena tre punti conquistati, che gli faranno concludere la stagione anzitempo.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST