La docu-serie Mondiale 2006 – Destino Azzurro su Sky Documentaries e NOW

Oggi dalle 17,15 e questa sera dalle 21,15, Sky Documentaries proporrà la docu-serie sportiva Mondiale 2006 – Destino Azzurro, che racconterà in quattro puntate la cavalcata degli Azzurri nella rassegna iridata che in quell’anno si tenne in Germania.

Un’idea del giornalista di Sky Sport Alessandro Mamoli realizzata con la consulenza di Paolo Condò e diretta da Luca Severi che sarà disponibile anche in streaming e on demand su NOW e che racconterà quel mese di 16 anni fa in cui l’Italia arrivò a conquistare la sua quarta Coppa del Mondo di calcio ai tiri di rigore contro la Francia, dopo aver superato Germania, Ucraina, Australia e un girone con Ghana, Stati Uniti e Repubblica Ceca.

L’impresa della Nazionale, che viveva l’ultima sua gioia mondiale prima delle due eliminazioni al primo turno nel 2010 e nel 2014 e le due mancate partecipazioni alle fasi finali nel 2018 e nel 2022, sarà ripercorsa sia con la viva voce del commissario tecnico Marcello Lippi che con tanti protagonisti di quel campionato: Gianluigi BuffonFabio CannavaroPierluigi CollinaAlessandro Del PieroWilliam GallasGennaro GattusoFabio GrossoJurgen KlinsmannGabriele MarcottiMarco MaterazziJohn Terry e Luca Toni.

La sinossi degli episodi

Episodio 1

Gli Azzurri sono un gruppo pieno di talento, ma reduce da esperienze internazionali deludenti e ormai giunto, per questioni anagrafiche, al suo ultimo grande ballo. Anche per questo motivo, l’Italia non parte con i favori del pronostico, ma supera abbastanza agilmente il primo girone.

Episodio 2

Negli ottavi di finale, l’Italia affronta l’Australia di Guus Hiddink, che nel 2002 batté gli Azzurri nel controverso ottavo di finale contro la Corea del Sud. A segnare il rigore decisivo è Francesco Totti, a pochi mesi da un tremendo infortunio. Prima della partita dei quarti di finale contro l’Ucraina, il gruppo azzurro viene travolto dalla notizia drammatica del tentato suicidio dell’ex difensore Gianluca Pessotto, che cementa ulteriormente il gruppo.

Episodio 3

Un gruppo atteso da una sfida difficilissima, quella con la Germania padrona di casa, nel catino del Westfalenstadion di Dortmund. Una sfida vinta al termine di una partita drammatica, con i gol nel recupero del secondo tempo supplementare di Fabio Grosso e Alessandro Del Piero. A Duisburg, sede del ritiro azzurro e città ricca di immigrati italiani, gli azzurri vengono accolti come eroi.

Episodio 4

In finale ci attende la nostra bestia nera: la Francia di Zinedine Zidane (che ci aveva eliminati ai quarti nel 1998 e battuto nella Finale di Euro 2000). E proprio la testata del campione francese a Marco Materazzi – i due autori dei gol nell’1-1 al 120′, prima dei rigori – rimarrà sempre l’immagine di quei Mondiali. L’Italia vince ai calci di rigore, scatenando la festa di un intero popolo.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST