È andato tutto bene: storia toccante di un dramma familiare

Va in onda in prima visione sabato 19 novembre, a partire dalle ore 21:15, su Sky Cinema Due (ed è disponibile anche nel catalogo di NOW) il film drammatico È andato tutto bene, scritto e diretto dal regista francese François Ozon nel 2021.

Il lungometraggio, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo autobiografico della scrittrice Emmanuèle Bernheim (pubblicato nel 2013), è stato presentato in concorso durante la 74ª edizione del Festival di Cannes.

Dopo essere stato colpito da un ictus l’ottantacinquenne André (André Dussollier) viene ricoverato in ospedale, dove lo raggiunge la figlia Emmanuèle (Sophie Marceau), un’affermata scrittrice. Una volta svegliatosi l’anziano si ritrova paralizzato e impossibilitato a spostarsi dal proprio letto.

Questa nuova condizione contrasta profondamente con l’approccio che André ha sempre mostrato verso la vita e l’uomo si vede costretto a chiedere a sua figlia di aiutarlo a porre fine alla propria esistenza.

La donna si trova così davanti ad un difficile bivio: da un lato la possibilità di esaudire le ultime volontà paterne e dall’altro il dover dire addio a quel genitore che, nonostante si sia sempre dimostrato egoista e poco empatico, rimane comunque un pezzo di sé.

Ad aiutare Emmanuèle in questa difficile scelta ci saranno sua sorella Pascale (Géraldine Pailhas) e Serge (Éric Caravaca), il suo compagno.

Un dramma familiare toccante, intimo e avvincente che sul finale si trasforma in una sorta di thriller in grado di lasciare lo spettatore con il fiato sospeso.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST