Eurovision 2023: cambia il sistema di votazione, ecco come

L’EBU ha annunciato un drastico cambio nel sistema di votazione del prossimo Eurovision Song Contest 2023 che si svolgerà a Liverpool (Inghilterra) dal 9 al 13 maggio. La decisione, approvata dal Reference Group (dove siedono anche due italiani, Simona Martorelli e Claudio Fasulo della Rai), è figlia dello scandalo che per l’edizione di Torino 2022 ha coinvolto ben sei giurie con voti irregolari.

Ecco tutti i cambiamenti:

  • Nelle due semifinali (del 9 e 11 maggio), a determinare le 10 canzoni che passano il turno è soltanto il Televoto. Le giurie esprimono comunque i loro giudizi, che saranno però di riserva: i loro punti verranno cioè utilizzati solo se il Televoto di un particolare Paese ha dei problemi.
  • Il meccanismo in Finale (del 13 maggio) è immutato, perché il vincitore dell’Eurovision 2023 sarà espresso a metà dalle Giurie e a metà dal Televoto.
  • È stato introdotto il voto online globale per quegli spettatori che intendono votare, ma il cui Paese di residenza non è in gara all’Eurovision. Vale 58 punti, cioè quanti sarebbero i punti espressi dal Televoto di un normale Paese in gara. Il voto sarà a pagamento (come per gli SMS del Televoto), su una specifica piattaforma, e associato a una carta di credito. La lista dei Paesi che potranno votare online verrà comunicata in un secondo momento. I 58 punti si sommano a quelli del Televoto di tutti gli altri Paesi in gara durante la seconda parte del voting.

Queste sono le nuove norme generali, ma di seguito dettagliamo altre regole più precise.

  • Se durante la Finale una giuria sarà ritenuta irregolare, cambia il metodo sostitutivo di voto. Non più una media tra Paesi dai gusti vicini. Semplicemente il Televoto che giunge dal Paese con la giuria problematica verrà conteggiato due volte (invece di 58 punti ne esprimerà 116, raddoppiando i voti assegnati).
  • Se Televoto e Giuria di un Paese saranno entrambi irregolari, il metodo di voto sostitutivo tornerà ad essere quello di un gruppo di Paesi dai gusti vicini (cioè, che hanno distribuito voti simili in passato).

Intanto San Marino, che non ha mai potuto esprimere Televoto perché la sua compagnia telefonica nazionale ha poche numerazioni attive, ha chiesto all’EBU di poter applicare il voto online anche per il Titano. Attualmente, se nulla cambierà, San Marino sarà l’unico Paese che verrà esentato dal nuovo regolamento e il voto sammarinese sarà sempre espresso, in semifinale e finale, dalla sua Giuria. E dunque, per la finale, la Giuria di San Marino avrà un valore di 116 punti (cioè il doppio dei 58 punti base). A livello visivo, in ogni caso, al momento del calling non cambierà nulla: vedremo il normale set di 12, 10, 8-1 punti comunicati a schermo dal Titano. Semplicemente, sapremo a priori che quei punteggi saranno gli stessi del Televoto sammarinese.

Ruben Trasatti
Ruben Trasatti
Giornalista pubblicista. Fondatore di TeleNauta. Specialista in creatività, testardo, idealista. Vado a scovare gli ascolti dei canali europei, format e serie tv, anime giapponesi. Collaboro per il settimanale Telesette.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST