Francesco il cantico: Roberto Benigni racconta San Francesco su Paramount+

È online da oggi 8 dicembre in esclusiva su Paramount+ l’evento Francesco il cantico, ovvero l’esegesi del testo poetico di Francesco d’Assisi realizzata dal premio Oscar Roberto Benigni: una lode a Dio, al suo operato per lo splendore del creato, alla vita stessa.

“Cercherò di raccontarvi un Francesco vero, dalla vita straordinaria che vi stupirà. Non ci crederete”. Queste le parole di Roberto Benigni. Durante la serata evento Benigni racconterà la figura di San Francesco d’Assisi, partendo dalla vita personale dell’uomo, attraverso curiosità e aneddoti inaspettati, illustrandone i conflitti, le contraddizioni e le evoluzioni che lo hanno portato a diventare Santo e Patrono d’Italia.

“È il personaggio del medioevo di cui si conosce di più: era talmente affascinante che tutti scrivevano di lui… è stato il più grande plasmatore di anime della storia dell’umanità”, aggiunge Benigni.

“In mezzo a tanta violenza e avidità lui dimostra a tutti che un nuovo mondo è possibile: Francesco opera una vera e propria rivoluzione. Francesco non è il poverello di Assisi, ha uno sguardo di fuoco sul mondo, Francesco che svetta su tutti, Francesco che non ha paura, anzi una ce l’ha, una sola: quella di diventare disumano, indifferente al destino degli altri, degli ultimi. E tutti lo seguono, questo è il grande miracolo di Francesco…”

Dopo aver introdotto la figura di Francesco, l’attore e regista prosegue con un’esegesi de Il Cantico delle Creature, anche noto come Cantico di Frate Sole. Il capolavoro di San Francesco, composto nel 1224, è il primo e più antico testo poetico della letteratura italiana di cui si conosca l’autore.

“È la prima poesia scritta in italiano e non in latino, l’inizio della nostra Poesia che diventerà la più importante nel mondo. La Poesia italiana inizia con Francesco… il Cantico era rivoluzionario, perché lodava il creato. Era la prima volta, una novità assoluta. Era un testo in controtendenza. L’incanto di Francesco è che ci fa capire che non esistono sulla terra creature senz’anima, ci fa sentire che hanno un’anima anche l’erba, la terra, l’acqua, il vento, le pietre e i sassi. Ha ridato valore al mistero della creazione. Un invito a partecipare alla nobiltà del mondo”.

Telenauta
Telenauta
Il profilo "ombrello" in cui vengono raccolti tutti gli articoli non firmati del sito.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST