That dirty black bag: su Paramount+ la rivisitazione moderna degli spaghetti western

Prende il via dal 25 gennaio That dirty black bag, la nuova proposta di Paramount+ ambientata nel Far West e prodotta da Bron e Palomar, che giunge in Italia a quasi un anno di distanza dal debutto negli Stati Uniti su AMC+ del marzo 2022.

Un drama tratto dall’omonimo romanzo dell’ideatore Mauro Aragoni che combina gli elementi del genere Spaghetti Western, e in particolare la sua ironia, con una narrazione più moderna che vuole rendere omaggio ad alcuni dei più grandi classici del genere. Fra cacciatori di taglie, banditi e sanguinose vendette, la serie non vuole parlare di eroi invincibili ma della dura vita di Greenvale, un luogo selvaggio, dove i campi sono perennemente in siccità e l’acqua è un bene prezioso.

La trama si sviluppa nell’arco di otto capitoli e vede lo scontro fra McCoy (Dominic Cooper), uno sceriffo apparentemente incorruttibile ma con un passato alquanto oscuro, e Red Bill (Douglas Booth), uno sporco cacciatore di taglie intrappolato nel desiderio di vendetta nei confronti di chi ha ucciso la sua famiglia. A questo duello si affiancano le vicende dell’agricoltore Steve (Christian Cooke), dell’ex prostituta Eve (Niv Sultan) e di Bronson (Guido Caprino), un uomo indissolubilmente legato ai due protagonisti.

Nel cast di That dirty black bag anche Travis Fimmel (Anderson), Anna Chancellor (Hellen), Aidan Gillen (Butler), Rose Williams (Symone), Paterson Joseph (Thompson) e Zoe Boyle (Michelle). La serie è interamente scritta da autori italiani: Mauro Aragoni (anche regista insieme a Brian O’Malley), Silvia Ebreul, Marcello Izzo e Fabio Paladini.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI POST